largo ai giovani

Frase usata generalmente da persone mature o anziane per giustificare la sostituzione di un coetaneo in un incarico o posto di lavoro. Non importa, naturalmente, se meriti la sostituzione, se sia o meno ancora in grado di svolgere il proprio incarico. L’unica cosa che conta è che non sia (più) giovane.

Questo, almeno, è ciò che vorrebbe credere e far credere chi sostiene che si debba fare largo ai giovani.

Come se i giovani lo chiedessero, come se ne avessero bisogno.

Malala Yousafzai, Greta Thunberg o Bebe Vio, e molto prima di loro Linus Torvalds o Larry Page, tanto per fare dei nomi, o le centinaia di migliaia delle ragazze e dei ragazzi di #FridaysForFuture sono arrivati tra noi con la forza di un fiume in piena, senza alcun bisogno dei solerti araldi del “largo ai giovani”.