vittime innocenti e poteri forti

A volte per capire l’insulsaggine di certe espressioni basterebbe fare il gioco dei contrari.

Alzi la mano chi ha sentito parlare spesso di vittime colpevoli o di poteri deboli.

Eppure, nel corpus ItWac, che raccoglie testi in italiano tratti dal Web per un totale di quasi due miliardi di parole, la locuzione poteri forti ricorre ben 2.722 volte – rispetto alle 24 ricorrenze di poteri deboli, mentre vittime innocenti si incontra appena (!) 2.280 volte – contro le sole 7 di vittime innocenti.