descrivere, non prescrivere

Correva il mese di febbraio 2019 e, con la consueta veemente approssimazione, si rincorrevano sul web e sui social gli interventi di chi scriveva di come la parola ferragnez fosse “entrata ufficialmente nel Vocabolario Treccani”.

È vero, qualcuno correttamente riferiva che la parola era stata inserita tra i neologismi riportati nel Libro dell’anno 2018, ma la maggior parte degli autori e di commentava i loro testi non ha colto l’importanza di questa precisazione né di quella pubblicata sul profilo Twitter della Treccani:

Se qualcuno avesse davvero perplessità su ‘sarrismo’ e ‘ferragnez’, specifichiamo: registrare un neologismo segnala che una parola ‘nuova’ è diventata piuttosto comune in contesti relativamente sostenuti, come quello giornalistico. Questo non significa scommettere che quella parola resterà scolpita per sempre nella lingua italiana, né che indichi un fenomeno di cui si occuperanno i libri di storia”.

Come era facile prevedere, i portavoce della Treccani avevano perfettamente ragione. Google Trends rappresenta così l’interesse nel periodo febbraio-ottobre 2019 per le parole ferragnez (in azzurro), sarrismo (in rosso), viadotticidio (in giallo) e eurish (in verde), quattro dei tanti neologismi registrati nel Libro dell’anno 2018.

https://trends.google.it/trends/explore?date=2019-02-01%202019-10-31&geo=IT&q=ferragnez,sarrismo,viadotticidio,eurish

Per i più curiosi, si può aggiungere che, considerando le quattro parole, in Trentino-Alto Adige ferragnez registra il 100% delle ricerche, mentre in Basilicata la stessa cosa vale per sarrismo (100%). Eurish è stato cercato solo in Lombardia (1%), Veneto (4%) e Lazio (2%), mentre viadotticidio non è stato mai cercato.