domenica 19 – sabato 25 gennaio

Fonte dei dati: Google Trends (https://www.google.com/trends)

Settimana molto utile, quella appena trascorsa, per capire l’attendibilità del filtro Google Trends come interprete del sentimento prevalente del popolo italiano che frequenta la Rete. Come tutti sanno, questa è stata la settimana più calda della campagna elettorale, con l’obiettivo puntato soprattutto sull’Emilia Romagna. Ebbene, a modo suo Google Trends, che di solito documenta un interesse prevalente sulle vicende calcistiche e televisive, ha segnalato ciò che avviene sulla scena politica.

Ecco come: martedì 21 si è imposto Luigi Di Maio, per le sue dimissioni da leader dei 5 stelle, con più di 200 mila click. Un risultato doppio, rispetto a Matteo Salvini, che compare nella hit parade mercoledì 22. Il capo dei leghisti ottiene centomila click, sullo stesso piano di Ginevra Sozzi, la pierre nuova fidanzata di Matteo Politano. Di sicuro un bel colpo per un frequentatore seriale del Papeete, come Salvini. Di Maio, invece, ha avuto in Rete lo stesso appeal del Virus che sta devastando la Cina (giovedì, come Coronavirus, ha registrato più di 200mila click e domenica 26 compare nella hit parade come “Coronavirus Italia”).

La vetta degli ultimi sette giorni l’ha conquistata, mercoledì 22, Luis Alberto Spinetta, cantante, icona del rock argentino, cui Google ha dedicato il Doodle a 70 anni dalla nascita.

La realtà ha fatto irruzione più volte nella classifica settimanale. La morte del filosofo Emanuele Severino e i sondaggi elettorali in Emilia Romagna hanno ottenuto più di 50mila click martedì 21. Il terremoto in Turchia, più di 200mila venerdì 24. Di nuovo le elezioni regionali in Emilia Romagna, più di 200mila sabato 25. Il che vuol dire che la Rete sarà pure lo specchio del bar Sport, vera anima del nostro Paese, ma resta comunque un ottimo rivelatore del sentimento prevalente. Più dei quotidiani, più dei telegiornali, che continuano a leggere la realtà secondo canoni che risalgono al secolo scorso.