coronavirus: paura senza confini

L’andamento delle ricerche della parola coronavirus su Google.it mostra l’attenzione crescente da parte degli italiani nell’ultima settimana. Dopo tre giorni di andamento costante, l’interesse si accende dapprima lentamente e poi sempre più rapidamente a partire dalla mezzanotte del 21 febbraio – gli ultimi dati del 24 febbraio sono ancora parziali.

Fonte dei dati: Google Trends (https://www.google.com/trends)

Come era facile prevedere la regione dalla quale proviene complessivamente il più alto numero di richieste è la Lombardia, cui seguono Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto e Umbria, seguono le altre con un numero di richieste via via inferiore, salvo la Val d’Aosta e il Molise dalle quali non sembra essere partito un numero di richieste tale da essere registrato.

Allargando il quadro alle ricerche effettuate in tutto il mondo, l’andamento negli ultimi sette giorni risulta ugualmente in crescita:

Fonte dei dati: Google Trends (https://www.google.com/trends)

Il paese dal quale proviene il maggior numero di richieste è l’Italia, seguito da Singapore (che però ne registra solo un quarto dell’Italia), cui seguono la Svizzera, la Romania, la Spagna e l’Austria (che ne registra un decimo)

Interesse per area geografica