glossavirus

Il COVID-19 infuria e le parole per dirlo non ci mancano, anche se non sempre le usiamo a proposito.

Di seguito un piccolo elenco, aggiornabile, delle parole più comuni di queste settimane accompagnate da una definizione in lingua corrente.

contagio trasmissione di una malattia infettiva da un malato, o da un portatore, a un altro per contatto diretto o indiretto.
coronavirus famiglia di virus che causano dal comune raffreddore a malattie più gravi come la Sindrome respiratoria acuta grave (SARS).
COVID-19 la malattia provocata dal nuovo Coronavirus (dove “CO” sta per corona, “VI” per virus, “D” per disease e “19” indica l’anno in cui si è manifestata).
emergenza condizione che richiede un immediato intervento medico.
epidemia il verificarsi in una comunità o in una regione di un numero di casi di una malattia inaspettatamente elevato o comunque inatteso per quella località o per quel periodo.
genoma l’intera informazione genetica presente in una cellula o in un organismo.
influenza malattia virale acuta delle vie respiratorie superiori.
isolamento separazione di pazienti affetti da malattia infettiva per evitarne la diffusione.
mascherina dispositivo da indossare per evitare la diffusione di batteri o virus infettivi.
pandemia epidemia di una malattia infettiva che ha origine in un’area geografica e si diffonde rapidamente a tutto il globo.
pandemic bond nuova branca della finanza, che scommette sul virus con obbligazioni sulle pandemie.
panico grave attacco di angoscia non necessariamente basata su una situazione reale.
positivo risultato che conferma una diagnosi o la presenza di un virus.
protocollo piano di trattamento utilizzato per verificare un nuovo trattamento terapeutico.
quarantena restrizione del movimento e delle attività delle persone sane risultate esposte a malattia per un periodo di tempo corrispondente al suo periodo di incubazione.
rianimazione complesso di interventi atti a ripristinare o mantenere le funzioni vitali.
sindrome respiratoria acuta grave (SARS) forma atipica di polmonite comparsa per la prima volta nel 2002 in Cina.
sintomo fenomeno anomalo che accompagna una malattia.
smart working modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e da un’organizzazione stabilita da un accordo tra dipendente e datore di lavoro (Legge 81/2017).
soggetto asintomatico soggetto privo del complesso dei sintomi clinici.
vaccino materiale impiegato nella vaccinazione per conferire resistenza specifica a una determinata malattia infettiva.
virus particella infettiva, subcellulare, submicroscopica, la cui struttura risulta formata da proteine e acidi nucleici (DNA o RNA).